Il sistema di allarme Verisure salva l’Associazione Liberamente | verisureitalia.it

Il sistema di allarme Verisure salva l’Associazione Liberamente

Il sistema di allarme Verisure salva l’Associazione Liberamente

Il sistema di allarme e sicurezza Verisure protegge un altro immobile dall’ennesimo furto: a Gaggiano i ladri restano a mani vuote.

La sede dell’associazione Liberamente, realtà no profit che si occupa di organizzare iniziative culturali, mercatini solidali, attività di beneficenza nel territorio del sud ovest milanese, viene presa di nuovo di mira dai ladri. Mario Fuso Nerini, presidente dell’associazione, ha deciso di installare il sistema di allarme Verisure per aumentare le misure di sicurezza perché i precedenti antifurti avevano dato dei risultati fallimentari, permettendo ai ladri di fare danni e rubare merci e attrezzature.

Ma cosa è successo nella sede di Liberamente?

Nel tentativo di forzare la porta del prefabbricato, i ladri hanno fatto scattare il sistema di allarme Verisure, installato dal presidente dell’associazione, dopo due furti subiti lo scorso maggio.

Alle ore 00:39 la Centrale Operativa Verisure riceve uno scatto dal volumetrico del magazzino. Avendo visionato le foto, appare una figura munita di torcia all’interno del magazzino, il ladro spaventato dal flash fotografico scappa dall’area senza rubare nulla.  Subito la Centrale invia le Forze dell’Ordine e la GPG, che dopo verifiche sul posto, riscontra che non sono stati effettuati né danni né furto.

“Dopo il raid dello scorso maggio, in cui si sono rubati merci e attrezzature dal valore di circa 3000 euro, abbiamo deciso di tutelarci con l’allarme innovativo Verisure, ha spiegato Mario Fuso Nerini- sono più che soddisfatto di Verisure, lo consiglio a tutti, sono soldi spesi bene per la sicurezza della mia associazione, alla quale tengo tantissimo.”

Il sistema di allarme Verisure nel 2016 ha gestito il 94,5% di allarmi in meno di 60 secondi e più di 20.000 clienti hanno scelto di affidare la loro sicurezza a questo antifurto di ultima generazione.

 

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *